Gruppo Famiglia

GFlogo logoGFC

Se vuoi costruire una nave, non radunare uomini per raccogliere il legno e distribuire i compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare ampio ed infinito (A. de S. Exupery)

 

Email: gfsangiuseppecs@gmail.com
Referenti: Maria Carmela Cerra, Giampaolo Briguori 

 

Chi siamo?

 

Il Gruppo Famiglie è costituito da 17 coppie che camminano insieme, alcune da 19 anni, cercando insieme di capire il progetto di Dio e di diventare coppie/famiglie secondo il cuore di Dio.

 

Insieme cerchiamo risposte alle molte domande sulla fede, la vita, la famiglia, la speranza.

 

Perché camminiamo insieme?

 

  • Per prendere sempre più coscienza che il matrimonio è una chiamata a vivere e a testimoniare l’amore di Dio nella coppia e nella famiglia, «piccola Chiesa domestica».

  • Per approfondire cosa vuol dire vivere la spiritualità del matrimonio, della coppia e della famiglia.

  • Per imparare a pregare insieme, come coppie e come famiglie.

  • Per fornire ai componenti del gruppo e ad altre coppie un’occasione di confronto sulle scelte fondamentali della famiglia cristiana.

  • Per acquisire un minimo di conoscenze e di cultura in ambito teologico, psicologico e sociologico, per affrontare i problemi e le situazioni quotidiane.

Secondo gli obiettivi del DPF, del Coordinamento Nazionale dei Gruppi Famiglia, approvati dall’Ufficio Famiglia della CEI.

 

 

Il nostro è un cammino per la Conversione

 

Perché insieme vogliamo aiutarci a rinnovare la vita e la relazione in famiglia e con tutti, per vivere alla luce del Vangelo. Per far questo occorre condividere la Parola e la propria vita. Ciò serve per rendere concreta una seria proposta di vita cristiana tra i coniugi e con i figli, fare scelte di volontariato familiare aperto all’accoglienza, prestare attenzione ai bisogni del territorio e della gente.

 

Il nostro è un cammino è per la Comunione

 

Perché vogliamo essere uniti nella carità con tutte le persone, per partecipare alla comunione stessa col Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Per far questo è necessario partecipare al gruppo non come spettatori, ma da protagonisti, coinvolgendosi completamente in famiglia e nella società. Tutto questo si sperimenta nel gruppo per poi viverlo ovunque.

 

Il nostro è un cammino è per la Missione

 

Perché la gioia di fare esperienza di Chiesa porta l’entusiasmo di invitare altri a condividere lo stesso commino. La missionarietà del gruppo può esprimersi in modo peculiare nella promozione della pastorale familiare.

 

Come ci andiamo?

 

Secondo un itinerario di fede, con il quale la coppia e la famiglia possono imparare a pregare nel confronto con la Parola di Dio e con la Revisione di Vita.

 

Questo itinerario si svolge:

 

  • Con la Formazione: acquisire familiarità con temi biblici, teologici, pastorali e di scienze umane

  • Con la Preghiera: riconoscere Dio come il Dio della nostra vita

  • Con la Condivisione: dividere e scambiare con gli altri ogni tipo di risorsa

  • Con il Servizio: testimoniare l’amore fedele e fecondo ed esprimerlo nel servizio di catechesi e di carità.

 

 

Cosa non vogliamo essere

 

Un gruppo culturale – Un gruppo sociale – Un gruppo di psicoterapia – Un gruppo-rifugio – Un gruppo staccato dalla realtà – Un gruppo di gratificazione – Un gruppo di rivendicazione di diritti – Un gruppo autoreferenziale – Un gruppo chiuso

 

Programma 2016-2017

Programma dell’anno 2015-2016
Programma dell’anno 2014-2015

 

 

Documenti per la Pastorale Familiare

Documenti per la Pastorale Familiare

 

sinodo

Una finestra sul Sinodo della Famiglia

 

 

Collegamenti utili:

Pontificium Consilium pro Familia;
Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia;
Direttorio Pastorale Familiare;
Forum associazioni familiari;
Ufficio Pastorale Familiare Arcidiocesi di Cosenza
1404 Visite totali 1 Visite di oggi

Sangiuseppecs.it
Questo sito viene aggiornato senza alcuna periodicità e pertanto non rappresenta una testata giornalistica e quindi non può considerarsi, ai sensi della legge n.62 del 7/3/2001, un prodotto editoriale. Non c'è nessuna intenzione di infrangere copyrights esistenti;comunque se il titolare di immagini o testi vuole che sia rimosso il materiale di sua proprietà, basta che contatti il curatore ai soprastanti riferimenti. L'autore non è responsabile di quanto contenuto in siti esterni i cui link sono riportati su questo sito.

Segnalazioni, suggerimenti, inesattezze o malfunzionamenti vanno indirizzati a webmastersangiuseppecs@gmail.com